L’Orchestra Giovanile Italiana, che dal 20 luglio partecipa al corso di direzione d’orchestra di Daniele Gatti e Luciano Acocella all’Accademia Chigiana, è protagonista del concerto conclusivo del corso insieme ai giovani direttori, sabato 1° agosto alle 21.15.


La collaborazione tra l’OGI e l’Accademia Chigiana permette da qualche anno agli strumentisti fiesolani di compiere a Siena interessanti esperienze di crescita, nell’osservazione diretta delle modalità con cui si esplicita il fondamentale passaggio tra intenzione interpretativa e gesto del direttore nelle lezioni e nelle prove.
Il programma del concerto si apre con tre pagine mozartiane: il Divertimento n. 2 in si bemolle maggiore K.137, il Divertimento n. 3 in fa maggiore K.138 e la celeberrima Eine kleine Nachtmusik K.525. Si prosegue con un balzo nel XX secolo, ascoltando la Suita per orchestra d’archi di Leoš Janàček, le musiche che Igor Stravinskij compose per il balletto neoclassico Apollon Musagète, gli aforismi weberniani dei 5 pezzi op. 5 ed il Divertimento per archi di Bela Bartók, che conclude l’impegnativo concerto.

WOLFGANG AMADEUS MOZART
Divertimento per archi n. 2 in si bemolle maggiore K.137
Allegro
Menuetto
Trio
Larghetto
Menuetto
Trio
Rondo


WOLFGANG AMADEUS MOZART
Divertimento per archi n. 3 in fa maggiore K.138
Allegro
Menuetto
Trio
Adagio
Menuetto
Trio
Rondo. Allegro assai

WOLFGANG AMADEUS MOZART
Serenata n. 13 in sol maggiore Eine kleine Nachtmusik K.525
Allegro
Romanze: Andante
Menuetto: Allegretto
Rondo: Allegro

LEOŠ JANÁČEK (Hukvaldy 1854 – Ostrava 1928)
Suita (Suite) per orchestra d'archi in sol minore JW VI/2
Moderato
Adagio
Andante con moto
Presto
Adagio
Andante

IGOR’ STRAVINSKIJ (Lomonosov 1882 – New York 1971)
Apollon Musagète
Primo quadro: prologue, naissance d'Apollon
Secondo quadro: variation d'Apollon, pas d'action, variation de Calliope, variation de Polymnie, variation de Terpsichore, variation d'Apollon, pas de deux, coda, apothéose


ANTON WEBERN (Vienna 1883 – Mittersill 1945)
Cinque Pezzi op. 5
Heftig Bewegt
Sehr Langsam
Sehr Lebhaft
Sehr Langsam

BÉLA BARTÓK (Nagyszentmiklós 1881 – New York 1945)
Divertimento per archi Sz.113
Allegro non troppo
Molto adagio
Allegro assai

 

Allievi del corso di Direzione d’orchestra
Orchestra Giovanile Italiana
Daniele Gatti docente e coordinatore del corso di direzione d’orchestra
Luciano Acocella docente associato