74a Estate Fiesolana

I Fiati dell’Orchestra Giovanile Italiana
Davide Sanson direttore

I Fiati dell’Orchestra Giovanile Italiana sono protagonisti - il 24 giugno, alle 19.30 - del primo dei quattro Concerti al tramonto, che si tengono in concomitanza con altrettanti appuntamenti di lettura dei poemi cavallereschi italiani affidati a celebri attori, nell’ambito della 74a Estate Fiesolana.


La calda luce della Terrazza che si apre sull’anfiteatro romano si riempirà delle vibrazioni sonore dei Fiati dell’OGI guidati da Davide Sanson, trombettista, compositore, preparatore e direttore d’orchestra che da qualche tempo è entrato a far parte della squadra fiesolana.
In programma la Suite op. 4 di Richard Strauss, opera giovanile presentata per la prima volta a Dresda nel 1884, il neoclassico ed elegante Ottetto (1922-23) di Igor Stravinskji, la Fanfare pour précéder La Péri, ovvero il brano introduttivo al balletto composto da Paul Dukas tra il 1909 ed il 1910 su commissione di Sergej Djagilev ed infine la trascrizione per 11 strumenti a fiato approntata da Davide Sanson della grandiosa Passacaglia in do minore BWV 582 di Johann Sebastian Bach.

 

RICHARD STRAUSS (Monaco di Baviera 1864 – Garmisch-Partenkirchen 1949)
Suite in si bemolle maggiore per 13 strumenti a fiato op. 4
Präludium - Allegretto
Romanze - Andante
Gavotte - Allegro
Introduktion und Fuge - Andante cantabile. Allegro con brio

IGOR' STRAVINSKIJ (Lomonosov 1882 – New York 1971)
Ottetto per strumenti a fiato
Sinfonia - Lento
Tema con variazioni - Andantino
Finale - Tempo giusto

PAUL DUKAS (Parigi 1865 – Parigi 1935)
Fanfare pour précéder La Péri

JOHANN SEBASTIAN BACH (Eisenach 1685 – Lipsia 1750)
Passacaglia in do minore BWV 582 (versione per 11 strumenti a fiati di D. Sanson)