Il DEMIA, Dipartimento di educazione musicale per l’infanzia e l’adolescenza, traccia un percorso di educazione strumentale biennale che ha lo scopo di avviare alla pratica musicale i principianti, bambini e ragazzi, attraverso lezioni condivise all’interno di piccoli gruppi (3/4 allievi al massimo) omogenei per età.

Obiettivi della lezione condivisa

La lezione condivisa ha un valore didattico di comprovata efficacia, con risultati importanti per quel che concerne il coinvolgimento emotivo, l’ascolto e la motivazione; favorisce i legami tra gli allievi e anche tra le loro famiglie, che hanno maggiori occasioni di sostegno e confronto.

In questi primi due anni gli obbiettivi didattici vengono raggiunti attraverso il lavoro in piccoli gruppi (al massimo 4 bambini) e conseguiti tramite l'imitazione, la ripetizione e il confronto positivo, con un minor carico di responsabilità individuale a vantaggio di un risultato più gratificante.

Tra i vantaggi di questo percorso ci sono la possibilità di concentrare, almeno nel primo anno, la frequenza alla Scuola in due soli giorni ogni settimana e al contempo l’alleggerimento del carico economico delle famiglie, nella fase iniziale di avvicinamento alla musica.

Al termine del biennio nel DEMIA, gli allievi che intendono proseguire con lo studio dello strumento vengono indirizzati verso i corsi di base della Scuola, che prevedono la lezione individuale e la frequenza delle materie complementari.

 

Modalità di ingresso ai corsi DEMIA
Poiché al Demia avranno accesso solo bambini e ragazzi che ancora non hanno intrapreso lo studio dello strumento, non è previsto esame di ammissione ma un colloquio orientativo di gruppo a cura dei docenti con le famiglie che avranno fatto precedentemente domanda di ingresso ai corsi Demia dal sito della scuola. I componenti del gruppo potranno avere fino a 2 anni di differenza di età.

L’attivazione del percorso strumentale proposto nel DEMIA è subordinata al numero di iscrizioni che perverranno -in relazione ad ogni strumento- entro i termini previsti.

Qualora non ci fossero i numeri o le condizioni per aprire una classe Demia, si informeranno le famiglie che per quel singolo strumento il corso Demia non verrà attivato per il corrente anno scolastico

 

Per consentire che l’avvicinamento agli strumenti avvenga con maggior naturalezza è raccomandata la frequenza dei percorsi propedeutici nel corso corso di musica 0-5 anni con Metodo Gordon e nelle attività ritmico-corali indicate per bambini fra i 3 e i 9 anni.

Esempi di biennio Demia:

ARCHI, FIATI (Flauto, Tromba, Fagotto), FISARMONICA E PERCUSSIONI:
1° anno
1 ora di strumento con lezioni condivise a settimana (massimo 4 bambini)
1 ora di Cantare il solfeggio o altro
1 ora di orchestra al mese
2° anno
1 ora di strumento con lezioni condivise e mezz'ora individuale a settimana
1 ora di Cantare il solfeggio o altro
1 ora di orchestra a settimana

PIANOFORTE:
1° anno
1 ora di strumento con lezioni condivise a settimana (3 bambini max)
1 ora di Cantare il solfeggio o altro
1 ora di orchestra al mese
2° anno
2 mezz’ore individuali a settimana con una presenza di 45 minuti, per condividere uno spazio col compagno e suonare con lui a quattro mani
1 ora di Cantare il solfeggio o altro
1 ora di orchestra a settimana

CHITARRA:
1° anno
1 ora di strumento con lezioni condivise a settimana (massimo 4 bambini)
1 ora individuale di strumento (divisa in due mezz'ore o unica a discrezione del docente) al mese
1 ora di Cantare il solfeggio o altro
2° anno
1 ora di strumento con lezioni condivise e mezz'ora individuale a settimana,
1 ora di Ensemble di chitarre al mese
1 ora di Cantare il solfeggio o altro

ARPA:
1° anno
1 ora di strumento con lezioni condivise a settimana (3 bambini max)
1 ora di Cantare il solfeggio o altro
1 ora di orchestra al mese.
2° anno
2 mezz’ore individuali a settimana seguite da una compresenza di 15 minuti con l'allievo dell'ora successiva
1 ora di Cantare il solfeggio o altro
1 ora di orchestra a settimana

Per orientamento corsi DEMIA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.