Direttore

Diplomatosi in Direzione d’orchestra con il massimo dei voti al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, prende parte ai corsi di perfezionamento tenuti da Ferdinand Leitner, Carlo Maria Giulini, Emil Tchakarov.

Attivo sia in campo sinfonico sia nel teatro d’opera, ha collaborato con numerose orchestre e istituzioni tra le quali: Orchestra della Toscana, Teatro Verdi di Pisa, Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, Regionale del Lazio, Filarmonica di Torino, Sinfonica Siciliana, Haydn di Bolzano, Teatro Lirico di Cagliari, Teatro Massimo di Palermo, Orchestra Filarmonica di Montecarlo, Filarmonica di Cracovia. È direttore dell’Orchestra “Vincenzo Galilei” della Scuola di Musica di Fiesole e, dal 2000 al 2012, dell’Orchestra Giovanile Italiana, con le quali è stato più volte invitato a dirigere in importanti stagioni concertistiche in Italia e all’estero. Nel 2009 ha diretto l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e la Giovanile Italiana al Ravenna Festival su invito di Riccardo Muti e, nello stesso anno, Krzysztof Penderecki gli ha affidato la direzione del concerto di apertura del Festival Beethoven a Varsavia. Nel 2011 ha sostituito Riccardo Muti alla guida dell’Orchestra e del Coro del Teatro dell’Opera di Roma per il Nabucco eseguito al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Nel dicembre dello stesso anno è stato chiamato a costituire la nuova Orchestra Giovanile del Teatro dell’Opera di Roma, che ha debuttato, sotto la sua direzione, nel luglio 2012 al Festival di Caracalla. Sempre nel 2012, a chiusura della XXIII edizione di Ravenna Festival, ha diretto la trilogia “popolare” di Verdi, Rigoletto, Trovatore e Traviata al Teatro Alighieri, per la regia di Cristina Mazzavillani Muti. Un progetto che si è concluso con la rappresentazione del Rigoletto per inaugurare il nuovo Teatro dell’Opera del Bahrain. Ha diretto l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini al Kissinger Sommer International Musikfestival a Bad Kissingen. Nel novembre 2013 ha diretto per il Ravenna Festival la Trilogia Verdi-Shakespeare Machbet, Otello, Falstaff con la regia di Cristina Mazzavillani Muti. Nel 2014 è tornato a dirigere l’Orchestra Giovanile Italiana al Festival di Ravello e ha recentemente ripreso la produzione del Falstaff con l’Orchestra Cherubini.