Direttore d'orchestra

Nato nel 1977, ha studiato composizione e direzione d’orchestra all’Ecole Normale de Musique de Paris "Alfred Cortot", dove si è diplomato nel 2002.

Ha in seguito collaborato con Yoel Levi alla Royal Academy of Music di Londra e in Israele, nonché con Banjamin Zander al London Master Classes.
Facendo seguito a tre stagioni come assistente di Paavo Järvi all’Orchestre de Paris, collabora attualmente con diverse prestigiose orchestre, tra cui Orchestre National du Capitole de Toulouse, Orchestre National de Lille, Orchestre National de Bordeaux-Aquitaine, Orchestra Sinfonica Nazionale estone, Orchestra Sinfonica lettone, Novaya Russiya di Yuri Bashmet a Mosca, Orchestre de Chambre de Lausanne.
Nel 2015 ha debuttato in una produzione operistica dirigendo La clemenza di Tito di Wolfgang Amadeus Mozart all’Opéra de Montpellier. Durante la sua esperienza all’Orchestre de Paris, ha lavorato a fianco di molti grandi direttori tra cui Herbert Blomstedt, Louis Langrée, Christoph von Dohnanyi, Yutaka Sado, David Zinman, Bertrand de Billy e con solisti del calibro di Emmanuel Ax, Nikolaj Znajder, Tabea Zimmermann, Piotr Anderszewski, Jorge Luis Prats. L’Orchestra lo ha inoltre scelto per dirigere il concerto tenutosi all'Olympia di Parigi nell’ambito del Festival di Radio Classique.
Dal 2005 è Direttore artistico del “Festival Musiques au Pays de Pierre Loti” a La Rochelle. La sua programmazione è basata sull'associazione tra musica e letteratura e sull’incontro tra musicisti e attori, con un’attenzione particolare alle opere francesi raramente eseguite di compositori quali Ropartz, Koechlin, Caplet, Pierné, Hahn o Messager. Recentemente il Festival ha ottenuto un riconoscimento ufficiale da parte delle Istituzioni locali, come una delle iniziative più originali e interessanti del paese.
Molti celebri attori francesi si sono esibiti al Festival assieme a grandi musicisti. Nel 2015 una sede distaccata del Festival è stata istituita ad Istanbul. La condivisione e l’insegnamento sono elementi essenziali nell’approccio all’attività di musicista di Masmondet: insegna infatti all’Ecole Normale de Musique de Paris "Alfred Cortot" dal 2009, prendendo parte a diversi progetti destinati ai giovani e tenendo concerti in zone disagiate o nelle carceri.