Biennio
Storia delle forme e dei repertori musicali

Compie gli studi musicali alle scuole di Musica di Fiesole, di Sesto Fiorentino e privatamente (canto corale, pianoforte), e si laurea in Lettere all’Università di Firenze con il massimo dei voti e la lode. Giornalista pubblicista, membro dell’Associazione nazionale critici musicali, dal 2010 è critico musicale titolare del «Corriere Fiorentino», dorso toscano de «Il Corriere della Sera», dopo aver ricoperto lo stesso incarico per «Il Giornale della Toscana»/«Il Giornale». Scrive su diverse riviste specializzate, come «Amadeus», «Il giornale della musica», «Civiltà Musicale». Collabora regolarmente con Rete Toscana Classica fin dalla fondazione (2002), tenendo una rubrica di critica discografica e curando numerosi cicli di approfondimento dedicati ad interpreti e compositori. Ha collaborato con l’editore De Agostini come autore di testi storico-divulgativi per la collana «Classica in vinile – 33 giri». Firma i programmi di sala e tiene conferenze per le maggiori associazioni concertistiche e teatrali italiane, come il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, gli Amici della Musica di Firenze, l’ORT-Orchestra della Toscana, gli Amici della Musica di Perugia, la Camerata Strumentale Città di Prato, l’Accademia Musicale Chigiana di Siena, la Sagra Musicale Umbra, il Teatro Regio di Parma, l’Associazione Musica con le ali di Milano. È autore delle note illustrative per i booklet di cd pubblicati da Emi, Bongiovanni, Tactus, Maggio Live, Warner Classics.
Per venti anni è stato Direttore della Comunicazione e Promozione degli Amici della Musica di Firenze, per i quali ha anche diretto artisticamente diverse edizioni di successo della rassegna «Settembre Musica». Ha ricoperto il ruolo di condirettore e direttore artistico delle attività culturali della Fondazione Zeffirelli - Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo di Firenze. Dal 2015 è ideatore e direttore artistico della rassegna concertistica «Note al Museo», promossa dall’Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze. Dalla medesima istituzione è stato incaricato di ideare, commissionare e curare la realizzazione di una nuova composizione, con musica di Silvia Colasanti e testo di Maria Grazia Calandrone, per celebrare i 600 anni della costruzione della cupola del Duomo di Firenze ad opera di Filippo Brunelleschi.
Docente del Laboratorio di critica musicale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia (DAMS) dell’Università di Firenze, dal 2011 tiene un corso di Storia del Melodramma per l’Università dell’Età Libera di Firenze. Ha tenuto numerose lezioni di storia della musica nell’abito del progetto formativo «La musica nella cultura: per un ascolto consapevole» realizzato dalla Camerata Strumentale Città di Prato. È stato membro del comitato artistico del Concorso Internazionale per Complessi da Camera – Premio Vittorio Gui di Firenze, e siede regolarmente nelle giurie di concorsi (come il premio Crescendo, promosso da A.Gi.Mus). Il Dizionario della Musica e dei Musicisti edito da UTET gli ha dedicato una voce biografica.