Chitarra jazz - preaccademico
Chitarra jazz - corsi liberi/amatori

Diplomatosi al Conservatorio Cherubini di Firenze sotto la guida di Umberto Fiorentino, successivamente, ha conseguito il perfezionamento presso il Koninklijk Conservatorium di L’Aia, studiando con Martijn van Iterson.
A dicembre 2019 viene selezionato come unico semifinalista italiano per il prestigioso International Guitar Competition, concorso promosso dall’Herbie Hancock Institute of Jazz. Si è esibito in tutta Europa, Stati Uniti e Russia, e ha al proprio attivo tre produzioni discografiche, delle quali due a suo nome.
Da diversi anni è attivo sulla scena italiana e internazionale e vanta collaborazioni con artisti del calibro di Alex Sipiagin, Ben van Gelder, Darcy James Argue, Fabrizio Bosso, Emanuele Cisi, Nico Gori, Walter Paoli, Raffaello Pareti, Jesper Bodilsen, Giovanni Falzone, Umberto Fiorentino e molti altri.
“Sono rimasto molto colpito da subito dal suo approccio, e quando ho avuto la possibilità di suonare con lui ho avuto piena conferma del suo talento e della sua maturità. Mai una nota di troppo, né nelle sue trame soliste, né nell’accompagnamento, arte difficile alla quale - da solista - sono particolarmente sensibile. Un gran gusto, una ricerca della melodia e una grande attenzione alle dinamiche "interne" del fraseggio sono alcune delle peculiarità di Francesco. Non prevarica mai in alcun modo il suono collettivo, prediligendo sempre il risultato finale "globale". Il suo solismo profondo ed elegante, la sua raffinatezza armonica ed il suo controllo strumentale di altissimo livello sono dimostrazione di grande intelligenza musicale. Ascoltando i suoi precedenti lavori discografici si denota anche il suo talento come compositore. Nel futuro del jazz italiano c’è molta roba buona. Francesco Zampini è certamente una di queste.” (Emanuele Cisi)