Preaccademico
Pianista collaboratore (Alda Dalle Lucche, saxofono)

Triennio e biennio
Pianista collaboratore (Alda Dalle Lucche, saxofono) 

Loris Di Leo, nato a Empoli (FI) il 21.4.76, intraprende giovanissimo lo studio del pianoforte presso l’Accademia “Muzio Clementi” di Vinci (FI). In seguito entra al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze studiando sotto la guida di Gabriella Barsotti. Dopo il pensionamento di quest'ultima, studia l'ultimo anno con Stefano Fiuzzi per poi diplomarsi nel 2001. Fin da piccolo dimostra capacità musicali che gli valgono la partecipazione al Festival per Giovani Musicisti tenutosi nel 1989 a Strasburgo e, nel 1992, a Eindhoven (Olanda).
Proseguendo gli studi, si dedica intensamente alla musica da camera suonando in varie formazioni, dal duo al sestetto, ottenendo riconoscimenti tra i quali: il Diploma di Finalista al Concorso Internazionale di “Interpretazione Schubertiana” (ottobre 1998); il primo posto al Concorso Internazionale di Casarza Ligure (GE) (giugno 2000).
Dal 2010 suona anche il trombone basso, alternandolo con il sousaphone, ed è attualmente membro della Fantomatik Orchestra, un progetto funky, soul e rhythm’n’blues, con influenze etno, pop e dance, con cui ha all'attivo la registrazione di 5 Cd ed oltre 500 concerti in tutta Italia ed all'estero. www.fantomatik.com
Allievo inoltre di Walter Savelli, storico tastierista di Claudio Baglioni, da molti anni si dedica alle tastiere pop ed all’arrangiamento di musica per studi di registrazione e per concerti live. Ha collaborato fra gli altri con lo Studio Emme Recording di Calenzano (FI) in un lavoro sulla legalità, in collaborazione con l'associazione contro l’illegalità e le mafie “Antonino Caponnetto” di Firenze.
Ha seguito un ciclo di seminari sulla tecnica Alexander a Firenze, in particolare applicati alla postura al pianoforte.
Dal 2001 ad oggi svolge attività come pianista accompagnatore dei corsi professionali e speciali della Scuola di Musica di Fiesole (FI) nelle classi del cornista Guido Corti, del tubista Roger Bobo, dell’oboista Thomas Indermhüle, dell’oboista Paolo Grazia e del flautista Giampaolo Pretto. Nel novembre 2001 suona, sempre come pianista accompagnatore, in una masterclass tenuta dalla violinista Tatiana Liberova, assistente del violinista russo Vernikov. È, inoltre, pianista accompagnatore ufficiale nel Concorso Internazionale “Città di Porcia” per ottoni dal 2001. Ha collaborato in varie masterclass dell’oboista Paolo Pollastri, primo oboe dell’orchestra S. Cecilia di Roma.
Negli anni 2000, 2001, 2002 e 2004 è pianista accompagnatore dei corsi estivi organizzati dall’associazione “Artemista” a Barberino Val d’Elsa (FI), durante i quali collabora con alcune prime parti dell’Orchestra S. Cecilia di Roma (Paolo Pollastri), dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino (Alda Dalle Lucche, Riccardo Crocilla) e dell’Orchestra della Toscana (Fabio Fabbrizzi, Marco Ortolani, Umberto Codecà, Paolo Faggi, Donato De Sena).
Da circa 4 anni si dedica anche alla collaborazione con cori sia giovanili che professionali, acquisendo talvolta anche la direzione. Ogni anno è chiamato da Feniarco (Federazione Nazionale Italiana Associazioni Regionali Corali), per cui è stato il pianista accompagnatore dell’European Academy for Choral Conductors 2013 accanto a Nicole Corti, direttore d’orchestra e coro presso il Conservatoire National Supérieur Musique et Danse de Lyon. Da quest’anno tiene lezioni su piccoli segreti e modi di affrontare la prima vista alla Fondazione Guido d’Arezzo.
Dal 2013 collabora attivamente come pianista con l’associazione teatrale Venti Lucenti di Firenze, con cui ha realizzato gli spettacoli La Fiaba di Don Carlo di Giuseppe Verdi e Il Magico Elisir, una riduzione del celebre Elisir d’amore di Donizetti rappresentata al Teatro Goldoni ed al Teatro Comunale del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze.
Nell’estate 2013 ha partecipato alla preparazione del Requiem di Verdi a Tirana accanto ai direttori Alvaro Losano ed Aldo Ceccato.
È pianista ufficiale dell’Italian Brass Week suonando a fianco dei migliori strumentisti del settore come: Luca Benucci, Rex Richardson, Andrea dell’Ira, Davide Simoncini, Andrea Tofanelli, Hermann Baumann, Vincenzo Paratore, Daniele Morandini, Ian Bousfield, Alessandro Fossi, Øystein Baadsvik, Sarah Willis, Dale Clevenger, Stefan de Leval Jezierski e collaborando a fianco della leggenda del Tuba Roger Bobo.
Dal 2014 è il pianista ufficiale del corso “Dentro il suono” tenuto dal flautista Giampaolo Pretto affiancato dai suoi collaboratori Nicola Campitelli, Jessica Dalsant, Fabio Pupillo, Nicola Bighetti, Elisa Romeo.
È maestro collaboratore per il musical Candide di Bernstein andato in scena al nuovo Teatro dell’Opera di Firenze e delle opere Cenerentola di Rossini, La traviata di Verdi, L’Elisir d’Amore di Donizetti, Il Barbiere di Siviglia di Rossini, Idomeneo di Mozart.
Nel 2018 partecipa alla produzione di Cardillac di Hindemith sotto la direzione di Fabio Luisi come maestro d’orchestra, de Il Prigioniero di DallaPiccola e nella Sinfonia n. 7 di Shostakovich sotto la direzione di James Conlon.
Collabora inoltre con il Teatro della Fenice per il concorso di Flauto traverso.
Nel novembre 1999 suona con il trombonista francese Jacques Mauger in un concerto a conclusione di una masterclass svolta dallo stesso al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze. Nell’aprile 2001 partecipa ad una tournée in Marocco, esibendosi in un recital lirico nelle città di Casablanca, Rabat ed Essaouira. Tiene diversi concerti in duo con Giampaolo Pretto, primo flauto dell’Orchestra Sinfonica della Rai: nel gennaio 2003, presso il Conservatorio Statale “Luca Marenzio” di Brescia; nel marzo 2003, a Brescia, nella sala San Barnaba; nel Novembre 2003 al 7° Festival Italiano del Flauto (Flautissimo) al Parco della Musica a Roma e al 6° Flötenfest al Konzerthaus di Vienna. Ancora nel 2003 e 2004 partecipa, come pianista accompagnatore, al 4° e 5° Festival Internazionale di “Santa Fiora in musica” nel corso del quale tiene un concerto con il sassofonista francese Fabrice Moretti (solista dell’Orchestra Filarmonica Radio France). Nel Gennaio 2004 suona alla Biblioteca Nazionale di Firenze per la proiezione del film muto di René Clair Entr’acte, con musiche originali di Erik Satie in una riduzione per pianoforte a 4 mani. Nel maggio 2004 esegue un concerto al British Institute di Firenze con il tubista americano Daniel Burdick. Nel giugno 2004 ha iniziato l’incisione di un cd con Paolo Pollastri. Sempre nel giugno 2004 tiene un concerto al Teatro del Sale di Firenze con Ariane Araújo Paixão, primo flauto dell’Orchestra del Teatro Nazionale Claudio Santoro e docente alla Scuola di Musica di Brasilia. Nell’aprile 2005 ha collaborato, sempre come pianista accompagnatore, con La scatola sonora di Roma nonché editrice della rivista specializzata I fiati; collabora frequentemente a fianco del flautista Michele Marasco. Nel dicembre 2005 è pianista delle selezioni EUYO (orchestra giovanile europea) tenutesi alla RAI di Roma. Ultimamente ha collaborato a fianco del sassofonista francese Jean-Yves Fourmeau, uno dei maggiori esponenti del sassofono francese nel mondo, per le sue masterclass.
Ottima lettura a prima vista, e grande abilità nel seguire facilmente lo strumentista o il cantante in qualsiasi forma di espressione, grazie all’esperienza come accompagnatore, ma anche come interprete di strumenti a fiato.
Musicista completo e versatile, grazie all’esperienza in ambiti musicali eterogenei (jazz, pop, brass band, classica, show teatrali) ed alla pratica di diversi strumenti.
Gestione di software ed hardware musicali per la composizione e l’arrangiamento.