L’Orchestra Galilei partecipa al concerto monografico che l’Accademia Chigiana dedica ad Antonio Vivaldi nell’80° anniversario della prima Settimana Musicale Senese (1939), nella quale Alfredo Casella presentava per la prima volta, dopo due secoli, partiture vivaldiane cadute nell’oblio.

È per i ragazzi della Scuola un’ottima occasione di crescita e approfondimento, grazie alla presenza di solisti di grande prestigio come il mezzosoprano Anna Caterina Antonacci e dei giovani talentuosi violinisti Maria Diatchenko e Gennaro Cardaropoli, che insieme all’esperto organista Cesare Mancini ed al Coro della Cattedrale di Siena “Guido Chigi Saracini” saranno guidati da Lorenzo Donati, compositore, direttore e violinista che ha frequentato anche la nostra Scuola per perfezionarsi con Camillo Togni.
Il programma si apre con il Concerto in sol magg. “alla Rustica” RV 151, una delle prime composizioni ad essere riviste da Alfredo Casella, e prosegue con l’intenso e mirabile Stabat Mater RV 621, la cui compiutezza poetica prescinde dal fatto che il testo sia musicato solo parzialmente.
Si prosegue con il Credo RV 591 ed il Concerto in la minore per due violini RV 523 pubblicato solo negli anni ’50. La serata si conclude con il Gloria in re maggiore RV 589, che fece parte delle composizioni eseguite nell’ambito della settimana vivaldiana del 1939, con la revisione e la direzione di Alfredo Casella.

ANTONIO VIVALDI (Venezia 1678 – Vienna 1741)
Concerto per archi e basso continuo in sol maggiore RV 151 "Alla rustica"
Presto
Andante
Allegro

Stabat Mater RV 621

Credo RV 591

Concerto per due violini, archi e basso continuo in la minore RV 523
Allegro molto
Largo
Allegro

Gloria per soli, coro, orchestra e continuo in re maggiore RV 589

 

Anna Caterina Antonacci mezzosoprano
Maria Diatchenko violino
Gennaro Cardaropoli violino
Cesare Mancini organo e clavicembalo
Coro della Cattedrale di Siena “Guido Chigi Saracini”
Orchestra V. Galilei
Lorenzo Donati direttore