La Schola Cantorum Francesco Landini e l’ensemble di sax Alkanna Q5 condividono le meditazioni musicali del concerto dal significativo titolo Memoramini – musica come memoria, presso la Chiesa di S. Domenico, giovedì 6 giugno alle 21.15.
Il coro sarà diretto da Fabio Lombardo, con la partecipazione di Alda Dalle Lucche alla guida dell’ensemble strumentale e la collaborazione pianistica di Paolo Gonnelli.


Il concerto si apre con una canzone molto semplice, To know (2007), del compositore polacco Zbigniew Preisner, noto per il suo intenso sodalizio artistico con il regista Krysztof Kieślowski, e prosegue con Solfeggio di Arvo Pärt, un breve e geniale brano corale in cui le note vengono cantate con i loro nomi in un’atmosfera di rarefatto misticismo.
Lux aeterna, del compositore britannico Clint Mansell, fa parte della colonna sonora del film Requiem for a dream (2000) di Darren Aronofsky, e mostra una scrittura che si colloca tra il pop di ricerca e la musica minimale; Da pacem fu composto da Arvo Pärt subito dopo l’attentato terroristico alle stazioni di Madrid (2004) su richiesta del celebre musicista Jordi Savall, mentre con Northern Lights il norvegese Ola Gjeilo celebra le intense emozioni dell’aurora boreale sui versi del Cantico dei cantici. La conclusione del concerto è affidata ad Amao omi (2005), un complesso lavoro per coro e quintetto di saxofoni del compositore georgiano Giya Kancheli, che denuncia l’insensatezza della guerra in brevi sequenze melodiche e ritmiche, in una sonorità generale pianissimo interrotta da brevi crescendo che conducono rapidamente al fortissimo, per poi tornare ad un tono meditativo incorniciato con delicatezza dai saxofoni.

Ingresso libero