Vengono dalla Repubblica Ceca, i tre giovani musicisti che nel 2016 si sono uniti nel Trio Incendio, e stanno imponendosi come formazione di grande qualità certificata dai molti premi vinti, tra i quali figura il Concorso Internazionale di Interpretazione Musicale Marcello Pontillo di Firenze.

Li ascoltiamo nel secondo dei Momenti Musicali della Scuola, domenica 3 novembre (ore 11) all’Auditorium Sinopoli, in un programma impegnativo e coinvolgente, che si apre con il Trio n. 2 in mi minore op.67 (1944) di Šostakóvič, un’opera che ribadisce la centralità dell’ispirazione cameristica nell’immaginario del grande compositore russo e si mostra affine ai grandi quartetti per profondità e potenza spirituale. 
Il concerto prosegue con il Trio op. 90 in mi minore “Dumky” di Dvořák, composto nel 1891 ed eseguito a Praga, con l’autore al pianoforte, in occasione del conferimento della laurea honoris causa in Filosofia. La “dumka” (dal verbo slavo dumati che significa pensare, meditare) è anche una sorta di ballata elegiaca, ma Dvořák vi rintraccia soprattutto le origini della musicalità slava, con i caratteristici sbalzi d’umore fra gioia e malinconia. 
Passi di danza, episodi epici, toni intimistici e sognante nostalgia riescono a collegarsi, nelle sei parti che compongono il Trio Dumky, in una magnifica unità di contenuti espressivi.

DMÍTRIJ ŠOSTAKOVIČ (San Pietroburgo 1906Mosca 1975) Trio con pianoforte n. 2 in mi minore op. 67

Andante 
Allegro con brio
Largo
Allegretto

ANTONÍN DVOŘÁK (Nelahozeves 1841 – Praga 1904) Trio con pianoforte n. 4 in mi minore op. 90 "Dumky"

Lento maestoso - Allegro quasi doppio movimento 
Poco adagio - Vivace non troppo
Andante - Vivace non troppo - Allegretto 
Andante moderato - Allegretto scherzando
Allegro - Meno mosso
Lento maestoso - Vivace

Trio Incendio
Karolína Františová piano
Filip Zaykov violino
Vilém Petras violoncello


Trio Incendio
Il Trio Incendio è stato fondato nel 2016 a Praga da tre giovani musicisti cechi ed è considerato uno dei più talentuosi gruppi cameristici europei, come testimoniato dai numerosi premi vinti in concorsi nazionali ed internazionali tra cui il Gianni Bergamo Classic Music Award di Lugano, il Coop Music Awards di Cremona, il Concorso Internazionale di Interpretazione Musicale Marcello Pontillo di Firenze, il Concorso Kiejstut Bacewicz di Lodz e il Concorso Bohuslav Martinů di Praga.
Dal 2016 il Trio Incendio partecipa all’International Summer Academy di Praga/Vienna/Budapest in Austria (organizzata dall’Università della Musica di Vienna), studiando con il Quartetto Artis ed anche con altri prestigiosi docenti e cameristi come Hatto Beyerle, Avedis Koyoumdjian, Patrick Jüdt, Vida Vuji e Péter Nagy.
Presso l’Academy i giovani musicisti sono stati insigniti del Wiener Klassik Prize, del Premio dell’Associazione Artistica e Scientifica Ceca e del premio come miglior ensemble cameristico. Recentemente hanno partecipato ad una masterclass pubblica tenuta da Alfred Brendel sul Trio n. 1 in si bemolle maggiore di Franz Schubert.
Oltre che nella Repubblica Ceca, il Trio Incendio tiene concerti nelle più importanti sale europee: è già stato ospite della Wigmore Hall di Londra, della Philharmonie di Berlino e del Rudolfinum di Praga.

Ingresso libero