Il quinto appuntamento dei Classici Mercoledì è nel segno del quartetto d'archi con una formazione recentissima della classe di Edoardo Rosadini, il quartetto Alioth, di cui fanno parte alcuni tra i più appassionati giovani strumentisti della Scuola. Le loro mani si uniscono a dar vita a due composizioni di spicco del repertorio quartettistico: il Quartetto op. 20 n. 2, uno dei cosiddetti Quartetti del Sole nei quali Haydn dispiega la sua creatività con libertà tematica e articolato linguaggio contrappuntistico, e il Quartetto op. 95 di Beethoven, cui lo stesso autore appose la denominazione di Quartetto serioso: un’opera contraddistinta dalla stringatezza della scrittura, che esalta le contrapposizioni dialettiche raggiungendo nell’economia dei mezzi una continuità espressiva ancor più sorprendente.

JOSEPH HAYDN (Rohrau 1732 – Vienna 1809)
Quartetto per archi in do maggiore op. 20 n. 2 Hob.III:32
Moderato
Capriccio. Adagio - Cantabile
Minuetto. Allegretto
Fuga a 4 soggetti

 

LUDWIG VAN BEETHOVEN (1770–1827)
Quartetto per archi n. 11 in fa minore, op. 95 “Serioso”
Allegro con brio
Allegretto ma non troppo
Allegro assai vivace ma serioso - Trio
Larghetto espressivo - Allegretto agitato

Quartetto Alioth
Matilde Urbani violino
Laura Vannini violino
Anna Avilia viola
Jacopo Gaudenzi violoncello

 

Quartetto Alioth
Nasce nel 2019 presso la Scuola di Musica di Fiesole, nella classe di quartetto di Edoardo Rosadini. Nonostante la recente formazione, il Quartetto Alioth è stato selezionato a rappresentare la Scuola al concerto evento “Il suono dell’Eccellenza”, organizzato dall’Università Telematica Pegaso. Ha partecipato all’edizione 2019 di Strings City, eseguendo il Quartetto op. 20 n. 2 di Franz Joseph Haydn.
I quattro componenti del quartetto seguono le lezioni di prestigiosi insegnanti come Yair Kless, Duccio Ceccanti, Pavel Vernikov, Klaidi Sahatci, Boriana Nakeva, Antonello Farulli, Danilo Rossi, Thomas Selditz, Enrico Bronzi, Giovanni Gnocchi, Marianne Chen.