Il 1° ottobre cinquanta città italiane si uniscono simbolicamente attraverso la musica in RisuonaItalia, una giornata di festa che si apre alle 11 con un concerto simultaneo di orchestre giovanili, in occasione dell’VIII Giornata Europea delle Fondazioni.

Promossa in Italia da Acri - Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio SpA, l’iniziativa coinvolge Firenze e la Scuola su invito della Fondazione CR Firenze, da sempre sensibile e generosa sostenitrice delle attività fiesolane.

Dopo il breve concerto mattutino - in streaming da Villa Bardini - alle 19 sarà il Teatro della Pergola ad ospitare una compagine che riunisce gli strumentisti della Scuola e gli studenti del Conservatorio Cherubini di Firenze, per eseguire – sotto la direzione di Edoardo Rosadini - Le Quattro Stagioni di Vivaldi, con i violinisti Daniele Dal Piaz e Sara Manaresi impegnati nei ruoli solistici di Estate e Inverno, mentre Ludovico Mealli e Giacomo Nesi, allievi del Conservatorio, eseguiranno La Primavera e L’Autunno.

L’appuntamento online delle 11 vedrà invece l’esecuzione simultanea - in ognuna delle città - dell’Inno alla gioia dalla Nona Sinfonia di Beethoven (per noi ne sarà interprete il fisarmonicista Nicola Tommasini, già allievo di Francesco Gesualdi).
Completano il programma fiorentino Fuga y misterio di Astor Piazzolla per ensemble di violoncelli e Bachianas Brasileiras n. 5 di Heitor Villa Lobos per soprano ed ensemble di violoncelli, con alcuni dei migliori strumentisti della Scuola guidati da Filippo Burchietti, storico docente fiesolano, e con la partecipazione del soprano Anna Subbotina, allieva di Damiana Pinti.

Da Torino a Palermo, da Milano a Napoli le Fondazioni bancarie coinvolgono i giovani in progetti di formazione e di iniziative di riscatto individuale e di comunità, attivati grazie alla messa in rete di organizzazioni del Terzo settore e istituzioni locali. Si tratta di orchestre di giovani talenti della musica classica e di bambini che stanno imparando a suonare in centri culturali e spazi per l’aggregazione, di orchestre multietniche, complessi jazz e di musica popolare: suonare insieme vuol dire imparare a condividere regole ed emozioni, e se per molti dei ragazzi la musica rappresenta un’opportunità concreta per realizzare i propri sogni, in molti casi è una reale alternativa alla povertà educativa o alla violenza della strada.

La Giornata del 1° ottobre vuole essere un’occasione per promuovere e rilanciare un’idea di Paese che si fonda sulla solidarietà e la coesione sociale e che valorizza le nuove generazioni, lanciando un’esortazione a ripartire tutti insieme, all’insegna dello spirito di comunità.

Il programma completo della giornata è sul sito www.risuonaitalia.it.

Ingresso: libero con prenotazione obbligatoria https://www.eventbrite.it/d/italy--firenze/risuona/