Serata memorabile con l’OGI a Spoleto

“…valeva abbondantemente i chilometri percorsi, il Requiem commissionato dal Festival a Silvia Colasanti...” e più avanti: “L’esecuzione è stata superlativa…” Così si esprime Mauro Mariani su Il Giornale della Musica all’indomani della memorabile serata al Festival di Spoleto, in cui l’Orchestra Giovanile Italiana ha partecipato alla prima esecuzione assoluta del nuovo Requiem di Silvia Colasanti in memoria delle vittime del terremoto che ha colpito l'anno scorso l’Italia centrale.

La partitura, senza indulgere a sentimentalismo e retorica, è riuscita a toccare le corde più intime della sensibilità degli spettatori, catturandoli in un ascolto partecipato e commosso, cui ha aggiunto ulteriore suggestione il trascolorare della sera spoletina nella magia estiva di una notte stellata.
Un viaggio intenso e toccante per tutti gli interpreti coinvolti e una preziosa esperienza per i ragazzi dell’Orchestra Giovanile Italiana, alla fine festeggiati con grande calore -insieme al talentuoso direttore Maxime Pascal- dagli oltre duemilacinquecento spettatori che gremivano piazza del Duomo.