La Giovanile nel MITO

L’Orchestra Giovanile Italiana torna al Festival MITO, dove sarà impegnata nel capolavoro classico per antonomasia, la Sinfonia n. 9 in re minore per soli, coro e orchestra op. 125 di Beethoven, la cui esecuzione è prevista il 9 settembre in Piazza del Duomo a Milano, ed il giorno successivo in Piazza S. Carlo a Torino.


Nicola Campogrande, direttore artistico della manifestazione, ha rinnovato l’invito all’OGI (dopo la bella prova offerta a fianco di Andrea Lucchesini e Giampaolo Pretto nell’edizione 2016) per due serate che rappresentano in pieno lo spirito del Festival.
La Nona dei ragazzi in piazza vede sul podio Daniele Rustioni, lanciato -nonostante la giovane età- in una carriera internazionale di grande spessore (recentissima la sua nomina a Direttore Principale dell’Opéra National de Lyon), mentre le voci soliste provengono dall’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino e la compagine corale, preparata da Claudio Chiavazza, è il Coro Maghini di Torino.
I due concerti –ad ingresso gratuito- si preannunciano per i musicisti dell’OGI come un esaltante bagno di folla, nello spirito di condivisione pubblica della manifestazione musicale, ribadito dalle amministrazioni comunali delle due città.