Il Concerto di Capodanno In evidenza

Una folla festosa ha riempito anche quest’anno il Teatro del Maggio, per iniziare il 2019 in compagnia della grande musica e dei giovani strumentisti fiesolani.
Emozionati e concentrati, i giovani musicisti dell’Orchestra Giovanile Italiana si sono mostrati all’altezza della responsabilità di questo primo appuntamento, nel quale li guidava la bacchetta di uno dei più celebri direttori del panorama internazionale, Daniele Gatti.
La Giovanile ha affrontato con sicurezza e slancio i brani in programma, la Sinfonia in la maggiore op. 90 “Italiana” di Mendelssohn, il poema sinfonico Fontane di Roma di Ottorino Respighi e l’Ouverture da I vespri siciliani di Giuseppe Verdi.
Calorosissima l’accoglienza del pubblico, che ha premiato l’impegno dei musicisti provenienti da ogni parte d’Italia a formare l’ampio organico; l’attenta ed emozionante lettura dei lavori in programma ha conferito alla neonata compagine un respiro intenso e coeso, grazie all’accurato lavoro di preparazione svolto con Gatti, che già durante le prove si era detto soddisfatto della qualità e della duttilità dell’orchestra. Ne è sortito un effetto di grande eleganza espressiva, che ha permesso al direttore di osare raffinate sonorità nel pianissimo e di tenere l’orchestra incollata al suo gesto sobrio ed efficace, pur senza rinunciare alla varietà del fraseggio ed alla cura formale delle architetture. Alla fine grande commozione sul palco ed in sala, con i giovani strumentisti dell’OGI consapevoli di aver partecipato ad un concerto davvero speciale.
La consueta apertura con i saluti delle autorità aveva visto sul palco il nostro Direttore Artistico Alain Meunier, la Vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni, l’Assessora allo sviluppo economico e turismo del Comune di Firenze Cecilia Del Re e la Presidente della Scuola Anna Ravoni.