Crollo muretto

L'accesso alla Scuola è temporaneamente possibile dal solo n. 24 con una circolazione in doppio senso di marcia, per il protrarsi dei lavori di messa in sicurezza del muro crollato in ...

Chiudi

Tournée in Russia UKOM


Report entusiastici anche dalla tournée dell’ensemble United Kids of Music in Russia, cui hanno preso parte tre giovanissime allieve della Scuola.

Ecco cosa ci racconta la violinista Boriana Nakeva, storica docente fiesolana che ha stabilito l’anno scorso il contatto tra UKOM e la Scuola e accompagnato le strumentiste nell’impegnativa trasferta:
Dopo la bellissima esperienza dei tre allievi della Scuola invitati l'anno scorso in Canada, siamo stati nuovamente chiamati a partecipare alla tournée in Russia, che nei primi giorni di settembre ha visto l'orchestra UKOM a Mosca e San Pietroburgo. È stato molto emozionante seguire le ragazze e tutto il gruppo, e vedere come di giorno in giorno si creava tra i giovani strumentisti un’atmosfera sempre più affiatata e amichevole.
I concerti sono stati accolti con grande successo, da un pubblico molto colto e caloroso.
Il prossimo 1 ottobre i ragazzi si ritroveranno ancora, per suonare tutti insieme a Cremona.
Dopo queste due esperienze bellissime con l'orchestra UKOM e Carlo Taffuri, spero che potremo presto ospitarli nella nostra Scuola, per un incontro con l'Orchestra dei Ragazzi.
Desidero anche ringraziare la Scuola per aver reso possibile questo viaggio.

Anche il maestro Carlo Taffuri, direttore di UKOM, ci ha inviato la sua testimonianza:

Orchestra UKOM significa letteralmente “I ragazzi uniti dalla musica” …ed è quello che è successo tra i ragazzi di Varese e quelli di Fiesole.
Le prove spesso molto lunghe ed impegnative, le visite nei luoghi culturali più significativi delle città di Mosca e San Pietroburgo, le ore di viaggio, i pranzi e cene tutti assieme hanno reso compatto e forte un gruppo di 30 ragazzi che in pochi giorni ha realizzato in tre città (Mosca, Obnisk e San Pietroburgo) sette concerti in sale importanti e prestigiose - tra cui la Cappella Imperiale di Stato di San Pietroburgo e la Sala dell’Accademia Nazionale Gnesin di Mosca -, collaborando con dieci giovani strumentisti russi, cinque cori giovanili e cinque solisti,  e soprattutto divertendosi sempre, sia nei momenti di svago che sul palco.
La prima parte del programma prevedeva pagine di grande spessore musicale, con il Concerto per archi in do maggiore di Vivaldi, la Symple Symphony di Britten, estratti da Traviata, L’ultima Primavera dall’op. 34 di Grieg e la Serenata italiana per archi di Wolf, che hanno riscosso un clamoroso successo di pubblico.
La seconda parte, con gli Inni d’Italia e di Russia e le canzoni  napoletane e russe, aveva un tono più popolare, ma sempre di grande sobrietà ed eleganza.
Dopo più di due ore di musica i ragazzi si lasciavano andare nei bis, con balletti e improvvisazioni su temi brillanti africani e sudamericani, trascinati da una vera e propria voglia di far musica insieme.
L’augurio è che presto si possano realizzare altri progetti di collaborazione fra la scuola di Varese e la Scuola di Musica di Fiesole.