Crollo muretto

L'accesso alla Scuola è temporaneamente possibile dal solo n. 24 con una circolazione in doppio senso di marcia, per il protrarsi dei lavori di messa in sicurezza del muro crollato in ...

Chiudi

Un fantastico inizio

Accoglienza calorosissima per il Concerto di Capodanno, in un Teatro del Maggio come sempre gremito, la mattina del 1° gennaio, per gli auguri musicali delle orchestre della Scuola.
La consueta apertura con i saluti delle autorità ha visto sul palco il nostro Direttore Artistico Alain Meunier, il Sovrintendente Lorenzo Cinatti, l’Assessore all’organizzazione e alla sicurezza del Comune di Firenze Federico Gianassi, le Vicepresidenti della Regione Toscana Monica Barni e della Fondazione CR Firenze Donatella Carmi Bartolozzi, cui si è aggiunta la Presidente della Scuola Anna Ravoni; si segnalava in sala la presenza di Rosamaria Di Giorgi, Vicepresidente del Senato.
In un clima caldo e festoso l’Orchestra dei Ragazzi ed alcuni elementi dell’Orchestra Galilei sono stati trascinati da Edoardo Rosadini, con la consueta passione, nell’esecuzione del Phönix-Schwingen Walzer op. 125 di Johann Strauss Jr.
Poco dopo è salito sul podio Giampaolo Pretto, alla testa dei giovani strumentisti provenienti da ogni parte d’Italia a formare l’ampio organico comprendente il debutto dell’Orchestra Giovanile Italiana 2018: l’attenta ed emozionante lettura dei lavori in programma ha conferito alla neonata compagine un respiro intenso e coeso, fino alla smagliante conclusione con la Rhapsody in blue, di cui è stato festeggiato protagonista Antonino Siringo.
Al termine del programma, accolto dal più caloroso entusiasmo del pubblico, insieme ai bis (Nimrod dalle Enigma Variations di Elgar ed il finale dell’Ouverture del rossiniano Guglielmo Tell) è giunto il commosso saluto del direttore Pretto: il concerto siglava infatti la conclusione dell’attività didattica del Maestro presso l’Orchestra Giovanile Italiana, dopo 18 anni di appassionato e proficuo lavoro.