È uno degli ensemble di punta tra quanti hanno frequentato l’Accademia Europea del Quartetto: per questo il Quartetto Adorno è stato scelto dalla Scuola per rispondere all’invito dell’Istituto Italiano di Cultura di Sofia a tenere due concerti in Bulgaria nel mese di ottobre.

Lunedì 14 il Quartetto Adorno sarà a Plovdiv, la seconda città del Paese, che conserva importanti vestigia di epoca romana (era il centro principale della Tracia) e che quest’anno condivide con Matera il ruolo di Capitale europea della cultura. 

La Sala del Conservatorio di Plovdiv ospita l’ensemble in un programma che accosta Crisantemi di Puccini al quartetto di Silvia Colasanti, Di tumulti e d’ombre (2011), con cui l’Adorno ha conquistato il premio per la miglior esecuzione del brano contemporaneo al Premio Borciani 2017. Due imponenti pagine beethoveniane, il Quartetto in si bemolle maggiore op. 130 e la Grande fuga op. 133, concludono il concerto, che il giorno successivo sarà ospitato nella Sala da camera “Bulgaria” della capitale Sofia.