Sarà a cura di Massimo Larini - diplomando in Counseling Biogestaltico presso SIBiG - Scuola Italiana di BioGestalt di Milano e laureando in Psicologia - il nuovo sportello gratuito di Counseling rivolto ad allievi, docenti e personale della Scuola. Potranno usufruire di questo nuovo servizio tutti coloro che desiderino un supporto per affrontare una situazione

di difficoltà temporanea, potenziando le proprie risorse e progettando con l’aiuto del counselor le strategie per giungere ad autonome soluzioni.

Il colloquio di Counseling affronta tematiche emergenti che non richiedono una ristrutturazione profonda della personalità. Gli obiettivi, i metodi e le modalità organizzative vengono esplicitate e concordate anticipatamente.
Il counselor accoglie coloro che hanno la necessità di prevenire, affrontare e risolvere un problema specifico o una condizione di difficoltà temporanea; è essenziale dunque circoscrivere e focalizzare la richiesta d’aiuto per progettare insieme piani d’azione a essa esclusivamente relativi.
L’obiettivo degli incontri è quello di migliorare la consapevolezza di sé e delle proprie modalità di relazione, al fine di sviluppare le capacità di analisi del problema portato, potenziare le risorse per affrontare la situazione specifica e promuovere autonomia ed efficacia nelle scelte.
L’accettazione dell’interlocutore e del suo stato emotivo, la comprensione, la fiducia nelle sue possibilità, il rispetto per la diversità e una relazione paritaria favoriscono un rapporto di apertura e collaborazione per l’analisi del problema e per gli obiettivi di cambiamento.
Gli incontri, di circa un’ora, possono focalizzarsi sul sostegno nelle difficoltà, il contenimento del dolore ed un supporto emozionale, ma non devono perdere di vista la possibilità di sviluppare consapevolezza del problema, autonomia nelle scelte e fiducia nelle possibilità di trasformazione. Il counselor aiuta quindi l’interlocutore a comprenderne il significato e i fattori correlati, riportando sempre il focus del lavoro sulla ricerca delle soluzioni nel “qui e ora”. Il counselor non fa diagnosi: il percorso di consapevolezza, di crescita e trasformazione si sviluppa nell’ambito di una scoperta progressiva frutto dell’alleanza tra il counselor e la persona che ne ha richiesto il supporto.