Accesso Scuola di Musica di Fiesole

È possibile agli esterni accedere ai locali della Scuola solo previo appuntamento con il personale che si abbia necessità di incontrare
Contatti https://www.scuolamusicafiesole.it/it/info/staff

Chiudi
 
 
 

News 2020

Apprendere

Mathias Deichmann, grande amico di Piero Farulli e della Scuola - nonché presidente dell’European Chamber Music Academy - ci invia questa lettera aperta, attraverso la quale desidera condividere con tutti noi le sue riflessioni sul tema dell’apprendimento, come continuo processo di ricerca che docenti e discenti compiono insieme, all’interno di una relazione eminentemente umana.

Silvia Careddu docente del corso di perfezionamento di flauto

La Scuola accoglie con gioia l’arrivo di Silvia Careddu, musicista di gran classe che dalla natìa Cagliari ha conquistato l’Europa: Premier Grand Prix e Premio del pubblico al prestigioso Concorso Internazionale di Ginevra nel 2001, Silvia Careddu ha collaborato con le principali orchestre, è stata primo flauto presso la Konzerthausorchester di Berlino, i Wiener Symphoniker, i Wiener Philharmoniker e nel 2012 ha accolto l’invito della Kammerakademie Potsdam.
Membro fondatore dell'Alban Berg Ensemble Wien, gruppo cameristico con residenza alla Brahms-Saal del Musikverein di Vienna, Silvia Careddu è anche docente di flauto presso il Conservatoire et Académie Supérieure de Musique de Strasbourg e presso la Hochschule für Musik “Hanns Eisler” di Berlino.
Il corso di perfezionamento di flauto vedrà Silvia Careddu collaborare con Chiara Tonelli, concertista di grande esperienza e docente fiesolana fin dal 2005 e Claudia Bucchini, che collabora con l'Orchestra della Toscana e l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia e si dedicherà sia al repertorio per flauto sia a quello per ottavino.

Il nuovo corso di perfezionamento di violoncello

Due affermati e interessanti violoncellisti condividono da quest’anno il corso di perfezionamento: sono Paolo Bonomini e Francesco Dillon, che offriranno ai giovani musicisti della Scuola la possibilità di approfondire il repertorio strumentale in più direzioni.
Il corso si articola in otto incontri, nei quali i violoncellisti potranno approfittare dell’esperienza di Bonomini per il repertorio barocco e classico e dell’approfondita competenza di Dillon per la produzione musicale romantica, moderna e contemporanea.
Recente vincitore (2016) del primo premio al XX Concorso internazionale J.S. Bach di Lipsia, Paolo Bonomini è attualmente primo violoncello della Camerata Salzburg. Ha frequentato le lezioni dei più importanti maestri (Mario Brunello, Antonio Meneses, David Geringas, Jens Peter Maintz) ed è da tempo attivo come solista e camerista in formazioni prestigiose.
Il desiderio di esplorare le varie dimensioni della musica contraddistingue la poliedrica attività di Francesco Dillon sia in campo solistico sia nel repertorio cameristico: fondatore nel 1993 del Quartetto Prometeo, Dillon coltiva da sempre un forte interesse per la contemporaneità ed è interprete di riferimento per i massimi compositori del nostro tempo.

Il fondo musicale Claudio Tempo

La biblioteca della Scuola, riaperta al pubblico con nuove modalità, accoglie con gioia la donazione della famiglia Tempo.
Brillante pianista, rinomato giornalista, attento critico musicale, appassionato musicofilo e grande sostenitore delle attività concertistiche, Claudio Tempo (1937 - 2001) prediligeva il Novecento nelle sue tante sfaccettature.
Amico di Luciano Berio e Giacomo Manzoni, probabilmente tramite loro entrò in contatto con Piero Farulli e la nostra Scuola, alla quale la moglie ha voluto donare la bellissima raccolta musicale. Essa comprende oltre un centinaio di partiture di musica contemporanea, generalmente italiana, con opere di Salvatore Sciarrino, Giacomo Manzoni, Luigi Dallapiccola, Luciano Berio, Goffredo Petrassi e del suo più antico conterraneo Niccolò Paganini, ma anche di autori stranieri come Béla Bartók, Henri Pousseur e Gerard Grisey.
Le composizioni toccano molti organici, dallo strumento solista (pianoforte, clarinetto) a gruppi più o meno estesi di archi (quartetto) e fiati, orchestra o coro; con le partiture è arrivata anche una bella collezione di compact disc: un dono prezioso da parte della famiglia Tempo, messo generosamente a disposizione di studenti e docenti.

Italian Brass Week 2020

Neppure la pandemia ha potuto fermare l’entusiasmo e la fantasia di Luca Benucci, e la sua capacità di coinvolgere musicisti ed istituzioni di tutto il mondo – tra cui la Scuola che ha dato alla manifestazione il suo patrocinio - nell’Italian Brass Week, il festival internazionale degli ottoni giunto quest’anno alla ventunesima edizione.
Primo corno solista dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e docente di un affollato corso di perfezionamento alla Scuola, Benucci non si è fatto scoraggiare dalle restrizioni per l’emergenza Covid-19 ed ha impaginato un’edizione davvero speciale, dal titolo A Cosmic Breath: a virtual Festival with real Musicians. Dal 19 al 26 luglio il Teatro del Maggio sarà la cabina di regia del festival, ma l’interazione tra docenti ed allievi, interpreti ed ascoltatori sarà planetaria, grazie alla piattaforma Zoom e alle dirette social su Facebook, Instagram, Youtube.
Scopri la programmazione completa su https://italianbrass.com/it/

Presentiamo gli strumenti!

Pur con modalità differenti per garantire la sicurezza di tutti, la Scuola non ha voluto rinunciare ad offrire anche quest’anno ai piccoli un incontro con gli strumenti ed i percorsi formativi fiesolani.
Due giornate, martedì 23 giugno e lunedì 29 giugno, saranno dedicate a questa scoperta, grazie alla disponibilità dei docenti e dei giovanissimi allievi della Scuola ad animare gli appuntamenti.
Per mantenere il necessario distanziamento potremo ospitare un massimo di 15 bambini, ciascuno accompagnato da un solo adulto.
Si sono quindi organizzati due incontri nello stesso pomeriggio: il primo avrà inizio alle 17.30 e si concluderà alle 18.15, quando una pausa permetterà di far defluire il primo gruppo, arieggiare e sanificare l’ambiente e prepararlo al secondo incontro, che ospiterà altri 15 bambini dalle 18.45 alle 19.30.
Si comincia martedì 23 giugno con archi, pianoforte, arpa e chitarra: saranno gli stessi piccoli musicisti della Scuola a suonare per i coetanei, insieme agli insegnanti che curano la loro preparazione, coordinati da Marina Raimondi nel ruolo di tutor.
Al termine delle esecuzioni saranno illustrati i percorsi didattici della Scuola e ci sarà lo spazio per rispondere alle domande degli intervenuti.
Stesso schema per il pomeriggio di lunedì 29 giugno, nel quale saranno presentati gli strumenti a fiato, le percussioni, la fisarmonica e i percorsi vocali della Scuola, con il coordinamento del tutor Daniele Cantafio.

Le iscrizioni sono gratuite e si effettueranno esclusivamente online, compilando il form sottostante.
Coloro che, una volta iscritti, si trovassero impossibilitati a raggiungere la Scuola sono vivamente pregati di avvertire la segreteria inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., così da permettere ad altri di partecipare a questo breve ma affascinante viaggio nel magico mondo dei suoni.

 

Il 5 x mille alla Scuola di Musica di Fiesole

La linfa vitale dei giovani e giovanissimi musicisti ha continuato a scorrere nelle fibre della Scuola anche in questo difficile momento: è il nostro impegno di ogni giorno, portato avanti con tenacia e convinzione, nella consapevolezza che la musica offra a tutti una dimensione espressiva, un’occasione di crescita con gli altri, una possibilità di incontrare e condividere la bellezza.

Il vostro contributo è importante per consentire alla Scuola di progettare serenamente il futuro: destinando il 5 x mille dell’IRPEF alla Fondazione Scuola di Musica di Fiesole O.n.l.u.s. sarete vicini ai giovani musicisti, oggi studenti e domani professionisti, o comunque sensibili e consapevoli cultori dell’arte.

ECMAPRO un nuovo progetto finanziato dall’Europa

Europa Creativa, il principale programma europeo di sostegno per settori culturali e creativi, ha premiato il progetto ECMAPRO, che sarà finanziato per il prossimo quadriennio. Un’ottima notizia per la Scuola, che figura tra i 12 partner europei dell’iniziativa, capitanata dall’Università di Vienna, e potrà così beneficiare di un contributo economico all’incremento dell’attività dell’European Chamber Music Academy.
Le azioni di sviluppo che contraddistinguono Europa Creativa andranno ad incrementare l’offerta formativa di ECMA, ovvero aiuteranno i giovani ensemble cameristici nello sviluppo dell’attività internazionale, fornendo loro strumenti, capacità e conoscenze necessarie alla vita professionale. Guideranno i gruppi ECMA al raggiungimento di un nuovo pubblico e ad approfondire la relazione col pubblico esistente, fornendo una piattaforma internazionale per la condivisione delle conoscenze e della pratica, e incrementando in tal modo lo scambio culturale transnazionale, anche attraverso l’implementazione di un centro di conoscenza digitale per l’insegnamento della musica da camera

Primo premio per un giovanissimo chitarrista

L’emergenza sanitaria di questi mesi non ha impedito lo svolgimento di alcune rassegne per giovani musicisti, che hanno traslocato sul web offrendo agli strumentisti la possibilità di partecipare tramite videoregistrazioni.
Ne ha fatto esperienza il giovanissimo chitarrista Ferruccio Ianni Abrami (11 anni), allievo di Piero Di Giuseppe, che ha inviato la sua prova alla giuria del 9° Concorso Musicale "Città di Scandicci", conquistando il 1° Premio assoluto della sua categoria col punteggio di 100/100.
Complimenti!

La Scuola riapre!

Dopo tre mesi di sospensione delle lezioni in presenza a seguito della pandemia da Covid-19, la Scuola riapre il prossimo 8 giugno, per consentire ad allievi e docenti di ritrovarsi a far musica insieme. Il piano di riapertura, predisposto con l’apporto tecnico dei consulenti e la collaborazione di tutti gli uffici, prevede un orario più breve, dal lunedì al venerdì (9-17), e la distinzione delle attività didattiche in presenza in due diversi periodi: dall’8 al 26 giugno si terranno le lezioni di strumenti ad arco, pianoforte, percussioni, arpa, chitarra, clavicembalo, fortepiano, organo, fisarmonica, quartetto e musica da camera, mentre dal 29 giugno al 17 luglio sarà possibile, a discrezione dei docenti, completare a Scuola la preparazione degli esami per gli allievi che suonano strumenti a fiato e per i cantanti, e tenere le lezioni di musica da camera che coinvolgono fiati e voci.
La scelta di suddividere la ripresa in due distinte fasi è stata dettata dalla necessità di contingentare gli ingressi (non tutti gli spazi sono al momento utilizzabili) e di dotare le aule dei dispositivi che permettano di svolgere in sicurezza anche le attività per le quali non è possibile indossare la mascherina.
Proseguono online i corsi collettivi e le lezioni di coloro che, per motivi geografici o organizzativi, non possono ancora far ritorno in classe.
La Torraccia e lo Stipo, avvolte in un irreale silenzio negli ultimi mesi, si preparano a veder nuovamente scorrere la linfa musicale dei giovani strumentisti fiesolani: ci sembra davvero una bellissima notizia!

L’Orchestra Piccolissimi Musici

Un piccolo video per mostrare un grande lavoro: in questi tre mesi di lezioni a distanza, la passione e la fantasia delle insegnanti hanno permesso all’Orchestra Piccolissimi Musici di continuare ad essere un’orchestra. Nato nel 2008, il progetto accoglie giovanissimi strumentisti con l’intento di sviluppare in loro competenze musicali, personali e di interrelazione sociale, e per questo la sfida di proseguire le attività online era particolarmente ardua.

Sergio Cofferati ricorda Piero Farulli

La mia passione per la musica lirica e sinfonica risale all’infanzia e deriva dall’influenza che sulla mia formazione culturale ha esercitato il mio babbo. Ascoltando, vedendo e leggendo ho conosciuto autori e artisti italiani e stranieri di entrambi i campi. Ovviamente ho ascoltato, tra gli altri, il Quartetto Italiano e ho apprezzato Piero Farulli, componente importante di quel gruppo. Negli anni non ho mai smesso di ascoltare il Quartetto. La mia stima per Piero è cresciuta ancor di più grazie alla Scuola di Musica di Fiesole, istituzione straordinaria con una missione bella come quella di trasmettere cultura.

Insieme per chi è in difficoltà

Si è conclusa con successo la raccolta fondi Insieme per chi è in difficoltà, di cui anche la Scuola ha contribuito a dare notizia nelle scorse settimane. La campagna ha superato l’obiettivo con 54.075 euro di donazioni: 130 generosi donatori hanno dato il loro contribuito al sostegno delle famiglie e delle fasce più fragili della comunità fiorentina, messe a dura prova dall’emergenza sanitaria, e la Fondazione CR Firenze ha triplicato la donazione.

Work in progress

La Scuola sta elaborando - con l’aiuto di un team di esperti - un dettagliato protocollo sanitario che consentirà gradualmente la ripresa di alcune attività didattiche in presenza, nel rispetto di tutte le prescrizioni anticontagio emanate dalle autorità.

Ammissioni triennio e biennio

La Scuola si prepara ad accogliere nei corsi accademici di primo e secondo livello i nuovi allievi, che sotto la guida degli esperti e appassionati docenti fiesolani avranno l’opportunità di compiere un percorso formativo di alta qualità, in un ambiente ricco di stimoli ed occasioni di fare musica insieme. C’è tempo fino al 1° settembre per far pervenire le domande di ammissione alla Segreteria didattica della Scuola, anche per coloro che desiderano approfittare dei corsi accademici di primo livello che si svolgono presso la Casa della Musica di Arezzo.

Il nuovo sito dell’OGI

Una nuova “casa” per l’Orchestra Giovanile Italiana: la grafica rinnovata ed il maggior risalto per eventi e notizie permettono di esplorare più agevolmente i vari aspetti del primo corso di formazione orchestrale del nostro Paese, che dal 1984 accompagna i giovani strumentisti al lavoro in orchestra, offrendo loro contenuti ed esperienze fondamentali per un musicista.

Musica Maestri!

Una serie di brevi concerti – in streaming sulla pagina Facebook della Scuola - vede protagonisti gli allievi dei Corsi di perfezionamento. Nell’attesa di poter ascoltare (quanto prima!) la musica da vivo, abbiamo chiesto ai docenti di questo importante settore della Scuola di condividere pubblicamente i frutti del lavoro di preparazione che stanno portando avanti in questo difficile periodo con i loro allievi. Ogni sabato e martedì alle 18:00 ascolteremo le esecuzioni dei talentuosi giovani musicisti fiesolani, in una sorta di diretta che permetterà loro di interagire con gli ascoltatori

E sottolineo insieme

Alfredo Gasponi ricorda Piero Farulli
Al Maestro non l’ho mai detto, nemmeno quando lavoravamo alla sua biografia, ma da ragazzino suonavo nelle band rock e pop. Non gliel’ho detto perché lui, quella musica, non la sopportava. E non gli ho detto nemmeno – non l’avrebbe presa bene – che trovavo nella sua straordinaria storia con il Quartetto Italiano e nella creazione della Scuola di Fiesole lo stesso spirito e la stessa motivazione che spingeva tanti di noi ragazzi degli anni ’60 a riunirci in un garage o in una cantina, magari armati solo di tre o quattro accordi sulla chitarra e di un ritmo shuffle sulla batteria, ma pieni di entusiasmo per quel modo semplice di far musica in compagnia.

La scomparsa di Ezio Bosso

La Scuola di Musica di Fiesole apprende con sgomento e grande dolore della morte di Ezio Bosso, musicista appassionato e generoso, che con la sua stessa vita ha testimoniato la potenza salvifica della musica, portatrice di un messaggio di bellezza che supera ogni difficoltà e sofferenza fisica.

Aggiornamento sulle elezioni

L’emergenza sanitaria di questi mesi ha interferito anche con le procedure elettorali per la designazione del Direttore Artistico e del Sovrintendente della Scuola. Non potendo essere garantite la mobilità dei candidati e la possibilità di riunirsi, sono stati rivisti modalità e tempi di svolgimento delle elezioni: tramite la commissione elettorale (che raccoglierà i quesiti dei docenti) i candidati presenteranno il loro programma in una videointervista. Tra il 10 ed il 12 luglio la prima tornata elettorale consentirà di individuare una terna per ciascuno dei due ruoli, ed alla fine di luglio le votazioni finali indicheranno al Consiglio di Amministrazione della Fondazione le scelte dei docenti.

Lezioni magistrali online

Oltre alle lezioni online, che stanno consentendo la continuità didattica anche nei Corsi di Perfezionamento, la Scuola ha chiesto ai docenti di questo importante settore della Scuola un ulteriore segnale di presenza ed impegno, esortandoli a dare il loro apporto alla realizzazione di un ciclo di videolezioni.

Mathias Deichmann ricorda Piero Farulli

Primi giorni dell’estate 1987. Ore 11.30. Fiesole, la Torraccia. Ho appuntamento con il Maestro Farulli. Visita formale: devo consegnargli un assegno, il contributo di una fondazione per le attività della Scuola di Musica di Fiesole. Entro nello studio al primo piano. Ne esco, saltando pranzo e altri impegni, verso le 18.30. Abbiamo parlato di tutto, di musica, di scuola, di insegnamento, di giovani… Piero ha raccontato… Piero ha chiesto…

L'OGI in concerto per la PianoLink virtual tournée

Domenica 19 aprile, alle 17.30, l’Orchestra Giovanile Italiana è protagonista dell’evento conclusivo della PianoLink virtual tournée.
L’iniziativa è partita il 23 marzo scorso, quando l’associazione lombarda PianoLink ha cominciato a trasmettere quotidianamente sulla propria pagina Facebook piccoli concerti online, che il cross-posting rende visibili in contemporanea sulle pagine social di numerose onlus tra cui Telefono Amico, Telefono Rosa, AICCA, AISM, LILT, Fondazione Ariel, coinvolte nel progetto. 

100 secondi per Farulli

L’immediatezza della voce di alcuni dei tanti allievi, amici e collaboratori di Piero Farulli: abbiamo scelto un modo diretto e privo di filtri per tracciare un ritratto affettuoso ed informale del Maestro, visto che la sospensione dei concerti ci sta privando di molti degli omaggi musicali organizzati per lui. 
Le pagine social della Scuola offrono due volte alla settimana spazio a brevi video realizzati da molti di coloro che conservano il ricordo di Piero Farulli tra le memorie più care.

La biblioteca online

In questa situazione di emergenza anche la biblioteca della Scuola di Musica di Fiesole ha dovuto chiudere i suoi spazi al pubblico, ma non il servizio che quotidianamente offre a supporto della conoscenza e insegnamento della musica. Stiamo lavorando per riuscire a garantire da remoto i servizi di reference e recupero delle musiche utili alla nostra didattica on line.

Tiziana Tramonti: un ricordo di Piero Farulli

Mi chiedono di scrivere un ricordo del mio Maestro... ma quale scegliere, tra i tanti che mi vengono alla mente? Quelli importanti che hanno segnato la mia vita, o quelli meno fondamentali, fatti di piccole cose, minimi gesti che però quotidianamente hanno consolidato il nostro rapporto allieva/insegnante?
Una cosa è certa: il Maestro Farulli ha disegnato la vita di tutti coloro che hanno avuto il dono di incontrarlo. 
Per cominciare devo ovviamente ricordare il nostro primo incontro.

Le voci dei ragazzi dell’Erasmus+

Anche i giovani musicisti del progetto Erasmus+, partiti (o arrivati) pieni di entusiasmo, hanno visto la pandemia “congelare” le loro esperienze, in modo del tutto imprevedibile solo pochi mesi fa. Abbiamo contattato tre di loro, per farci raccontare come stanno affrontando la situazione: sono Sarvin Asa, violoncellista della classe di Augusto Gasbarri, Lorenzo Manzotti, chitarrista allievo di Silvano Mazzoni e David Arnau Macià, cornista spagnolo che a Fiesole frequentava le lezioni di Alberto Serpente e Luca Benucci.

Valentina Peleggi direttore musicale della Richmond Symphony

Da Fiesole agli States: Valentina Peleggi, che alla Scuola ha incontrato la musica da bambina, frequentando la classe di Enrico Stellini fino al raggiungimento del diploma in pianoforte col massimo dei voti, conquista oggi un traguardo di prim’ordine, con la nomina a direttore musicale della Richmond Symphony Orchestra.

Le chiavi della città incantata

Le Chiavi della città è il nome di una raccolta di progetti formativi che da 26 anni il Comune di Firenze offre alle scuole. La nostra Scuola vi partecipa da sempre, con numerose attività di consolidato spessore educativo e di grande impatto emozionale.

Giornata della viola da gamba - aggiornamento

Un appuntamento tra i più attesi, non solo per la vita della Scuola ma anche per tutti gli appassionati, studiosi, professionisti ed amatori della viola da gamba: questo e molto altro è dal 2011 la Giornata della Viola da Gamba, quest’anno ancor più importante perché inserita tra le iniziative di Violanet, il progetto formativo europeo di cui la Scuola è capofila dal 2018.

La didattica continua grazie alla tecnologia

L’emergenza sanitaria ha comportato improvvisi cambiamenti per tutti. Per la Scuola si sono concretizzati nella tempestiva attivazione di varie modalità per la didattica a distanza con l'aiuto di piattaforme dedicate. Ne parliamo con Marina Raimondi, che a Fiesole tiene una classe di violino e dal 2008 ha avviato l’attività delle orchestre infantili, oggi denominate Micromusici e Piccolissimi Musici.

Un video per far parte dell’OGI

Se sei un giovane strumentista e desideri partecipare alle attività didattiche e produttive che nei prossimi mesi vedranno protagonista l’Orchestra Giovanile Italiana, puoi approfittare di questo periodo per realizzare un video che testimoni il tuo livello di preparazione. 

La Città Incantata per Sostieni un infermiere: obiettivo raggiunto

Invitando i musicisti fiorentini a proseguire nella partecipazione a La Città Incantata, il 20 marzo scorso abbiamo chiesto a tutti di prender parte alla campagna di crowdfunding Sostieni un infermiere, promossa dalla Fondazione CR Firenze e dalla Fondazione Claudio Ciai, in collaborazione con Siamosolidali e Feel Crowd, col patrocinio del Comune di Firenze

Bruno Canino: un ricordo di Piero Farulli

I miei contatti con Piero Farulli sono stati sempre piuttosto brevi: lo incontravo nella Scuola, e se talvolta lamentavo un certo assenteismo degli studenti, allora più diffuso che non oggi, mi diceva, con quella sua severa allegria: " ma che bello, così puoi studiare di più". Era vero. Se non suonavi, se non lavoravi, se non facevi qualcosa di utile, a te o agli altri, cosa ci stavi lì a fare?

Lezioni online

Il fervore delle iniziative didattiche a distanza, messe in campo fin da subito dai docenti fiesolani per proseguire il lavoro nonostante la sospensione della didattica in presenza, trova adesso uno spazio comune nella piattaforma Google for Education, di cui la Scuola ha immediatamente richiesto l’attivazione e finalmente ottenuto la configurazione.

La scomparsa di Krzysztof Penderecki

Si è spento il 28 marzo a Cracovia Krzysztof Penderecki, uno dei più importanti compositori contemporanei. Estraneo alle sperimentazioni linguistiche delle avanguardie postbelliche, si è imposto all’attenzione internazionale grazie ad una potente vena poetica, nutrita da una solida preparazione artigianale e dal desiderio di comunicare attraverso la musica; sensibile ai temi filosofico-religiosi, definiva la sua musica “nuova, ma con un volto umano”.

Insieme contro la paura

Quando ero piccolo restavo incantato dai racconti che mio nonno mi faceva degli anni della guerra; non erano grandi saghe eroiche, ma spesso peripezie per sopravvivere in un mondo improvvisamente impazzito. Restavo colpito proprio da questo, da come quel signore “normale”, straordinariamente buono, fosse riuscito a sopravvivere e far sopravvivere la propria famiglia in una quotidianità fatta d’incertezze e pericoli.

La Città Incantata

Venerdì 13 marzo alle 18 un flash mob ha coinvolto migliaia di musicisti in tutta Italia: i “balconi musicali” sono stati oggetto di una partecipazione intensa e commovente, sorprendendo e incoraggiando tanti cittadini costretti a stare in casa.

Musica a Bahia

L’unica attività concertistica di questa ultima, difficile settimana ha visto Edoardo Rosadini ed il Quartetto Shaborùz impegnati oltreoceano, in una emozionante trasferta a Salvador de Bahia, resa possibile anche grazie al contributo economico dell’Associazione Amici della Scuola.

Indovinelli musicali per i più piccoli

Grazie alla tecnologia, ma anche alla fantasia e alla buona volontà di tutti, il contatto tra la Scuola e gli allievi si arricchisce ogni giorno di nuove iniziative. Tra le molte modalità di contatto a distanza, si è pensato anche alla messa in rete di indovinelli musicali: i docenti che curano la preparazione dei nuclei orchestrali della Scuola nei quartieri delle Piagge, Sorgane ed Isolotto stanno realizzando brevi video, nei quali rivolgono ai piccoli alcuni semplici quesiti. 

La Giovanile in streaming dalla Chigiana

Anche l’Accademia Musicale Chigiana di Siena ha dovuto sospendere le attività in queste difficili settimane: per essere vicina agli appassionati, l’istituzione ha deciso di aprire gli archivi e offrire una serie di prestigiosi concerti, visibili in diretta streaming il giovedì e venerdì sera, a partire dal 13 marzo, in alta definizione sul canale YouTube dell’Accademia.

I video degli allievi

Tutti a Scuola! Se anche non fisicamente presenti, in moltissimi stanno rispondendo all’appello che abbiamo rivolto agli studenti, perché inviino video delle loro esecuzioni casalinghe da condividere sulle nostre pagine Facebook e Instagram.

Ammissioni triennio e biennio rimandate a settembre

Le prove di ammissione ai percorsi accademici della Scuola sono state rinviate al mese di settembre, ed anche l’Open Day informativo è posticipato a data da destinarsi: gli interessati possono proseguire con le prenotazioni, che già erano giunte numerose, e saranno contattati per la nuova data.

Chiusura della Scuola

In ottemperanza alle disposizioni di legge, la Scuola ha sospeso dal 5 marzo scorso le attività didattiche “in presenza”. Fino a martedì 17 marzo il personale ha proseguito l’attività negli uffici, con tutte le precauzioni del caso, ma da mercoledì 18 marzo a mercoledì 25 marzo la Scuola sarà chiusa.

Coronavirus - Sospensione attività didattica

La Scuola di Musica di Fiesole in ottemperanza al decreto annunciato da parte del Presidente del Consiglio sospende le attività didattiche fino al 15 marzo.
Si rende noto che dal giorno 5 marzo sono sospese anche le prove presso la Scuola e i concerti che vedono coinvolti gli allievi.
Attendiamo la lettura integrale del decreto per comunicare ulteriori prescrizioni.

Un quartetto per Bahia

Il Quartetto Shaborùz si prepara a partire per il Brasile con Edoardo Rosadini: grazie all’intervento dell’Associazione Amici della Scuola (che ha contribuito alle spese di viaggio) la Scuola ha potuto accogliere l’invito di Ricardo Castro –pianista e direttore d’orchestra che da qualche tempo tiene a Fiesole un corso di perfezionamento– a partecipare alle attività di Neojiba, acronimo che definisce i Nuclei di orchestre giovanili e infantili dello Stato di Bahia.

Fiesolani in orchestra

Due giovanissimi violoncellisti della classe di Giovanni Gnocchi parteciperanno alle attività della Schleswig-Holstein Festival Orchestra: Stefano Bruno e Francesco Tamburini –tra i più giovani partecipanti alle audizioni, che si sono tenute in 35 città di tutto il mondo– sono stati scelti entrambi, a far parte della fila dei dieci violoncelli necessari all’organico dell’orchestra nell’edizione 2020 del celebre festival tedesco.

Coronavirus – informazioni importanti

La Scuola di Musica di Fiesole prende atto della delicata situazione relativa ai casi di contagio da COVID-19 (coronavirus) in Italia. Desideriamo informare allievi, famiglie, docenti e collaboratori che l’attività didattica prosegue regolarmente, e che la Scuola ottempera alle indicazioni provenienti dal Ministero della Salute in merito alle restrizioni cui devono attenersi il personale e gli utenti che abbiano circolato negli ultimi 14 giorni nelle aree dove si sono verificati i casi di contagio.

CoroInsieme patrimonio della comunità

Il progetto CoroInsieme è divenuto nel tempo un’attività significativa per i bambini che frequentano l’Istituto Comprensivo Statale “Ernesto Balducci” di Fiesole, e così all’impegno della Scuola -che da quattro anni offre ai bambini delle materne ed elementari la possibilità di crescere nella musica cantando insieme– si è aggiunto il desiderio delle famiglie di contribuire alla prosecuzione dell’iniziativa attraverso una raccolta di fondi, attuata grazie all’impegno diretto dei genitori nell’organizzazione di occasioni conviviali dedicate al sostegno del progetto.
Inoltre il Comune di Vaglia, sede di una scuola dell’infanzia e della primaria Alberto Manzi, ha offerto il suo contributo economico. 

Concorso per Quartetto Piero Farulli

Il quartetto d’archi è stato il fulcro della missione pedagogica di Piero Farulli: scuola di convivenza e democrazia, dove ciascuno dialoga con l’altro solo se tutti sono capaci di ascoltarsi, il quartetto rappresenta un microcosmo ideale di comunità civile ed il luogo d’elezione per l’approfondimento interpretativo con cui i giovani musicisti si accostano ai grandi capolavori del repertorio cameristico.

La Scuola per… le Scuole

Il Dipartimento Ricerca e Sviluppo della Scuola è stato invitato nel novembre scorso a partecipare alla tavola rotonda indetta dall’Ufficio Scolastico Regionale per lo sviluppo del Progetto Regionale Toscana Musica.

Il rinnovo delle cariche fiesolane

Il 2020 vede la Scuola alle prese con significative scadenze: l’8 luglio termina il mandato quadriennale del Direttore Artistico Alain Meunier e del Sovrintendente Lorenzo Cinatti, e giunge a scadenza anche l’attuale Consiglio di Amministrazione.
Come previsto dallo Statuto della Fondazione, i docenti hanno provveduto a costituire una Commissione Elettorale – composta da Martina Chiarugi per i corsi di base, Giovanni Riccucci per i corsi di perfezionamento e Susanna Bertuccioli per l’Orchestra Giovanile Italiana – che ha predisposto la lettera d’invito alla presentazione delle candidature per i due ruoli link
Coloro che intendano manifestare il loro interesse hanno tempo fino alla mezzanotte dell’8 marzo 2020; le proposte, vagliate dalla Commissione ed accolte in un numero massimo di dieci, saranno sottoposte ad una prima votazione dei docenti che si terrà il 4 ed il 5 aprile. Una volta individuata la terna prevista dal Regolamento si procederà alla votazione finale, nei giorni dal 24 al 26 aprile 2020.

Due violini donati alla Scuola

La scelta di donare alla Scuola è uno dei segni tangibili dell’affetto che circonda l’istituzione ed un importante sostegno all’attività didattica: ne siamo grati ai donatori che, offrendo ad esempio strumenti musicali, contribuiscono all’incremento del patrimonio di strumenti che possono esser messi a disposizione degli allievi.
Con grande gioia accogliamo dunque il regalo di Maria Teresa Ginori Lisci Guicciardini, che ha donato alla Scuola due violini in ottimo stato.

Il Quartetto Felix al debutto discografico

Quattro giovani e talentuosi strumentisti campani hanno incrociato ile loro strade e scelto di riunirsi nel Quartetto Felix per esplorare il repertorio del quartetto con pianoforte, al quale appartengono alcuni tra i più luminosi capolavori della musica da camera.
Il loro viaggio, iniziato nel 2015 all’Accademia di Santa Cecilia -dove l’ensemble ha conseguito nel 2017 il Diploma di Perfezionamento di Musica da Camera con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Carlo Fabiano- è proseguito nell’ECMA e nell’Accademia Europea del Quartetto, giovandosi dei consigli di maestri prestigiosi come Hatto Beyerle, Johannes Meissl, Dirk Mommertz, Itamar Golan, Lorenza Borrani, Antonello Farulli, Andrea Nannoni, Diana Ligeti, Patrick Judt.
Impegnato in una regolare attività concertistica e incoraggiato da importanti premi, il Quartetto Felix realizza il suo debutto discografico grazie al mensile Amadeus, che gli ha affidato la registrazione del cd abbinato al numero di gennaio 2020, contenente due opere fondamentali quali il Quartetto in do minore op. 60 di Brahms ed il Quartetto in mi bemolle maggiore op. 47 di Schumann.
Buon ascolto!

Una Scuola sempre più green

La Scuola prosegue nella ricerca di un maggior rispetto dell’ambiente, ritenendo doveroso farsi portatrice anche di questo messaggio educativo ai giovani musicisti. Nei prossimi giorni sarà rimosso il distributore di acqua in bottiglia che si trova nei locali della mensa, mentre vi è già stato montato un erogatore di acqua depurata: munendosi di appropriati contenitori sarà possibile rifornirsi gratuitamente di acqua fresca.
Ricordiamo che presso la portineria sono sempre disponibili le borracce della Scuola, con una donazione minima di 8,00 euro.

Ricordo di Alfonso Borghese

Fiesole 30 gennaio 2020

L’abbiamo avuto con noi, sorridente come sempre, all’ultimo collegio dei docenti pochi giorni fa, ma stanotte Alfonso Borghese se n’è andato in un attimo, lasciando la Scuola attonita ed addolorata per la sua scomparsa.
Aveva iniziato a tenere il corso di perfezionamento di chitarra nel 1989, chiamato da Piero Farulli come uno tra i più luminosi musicisti della prestigiosa scuola chitarristica di Alvaro Company. Perfezionatosi anche con Andrés Segovia e José Tomás a Santiago de Compostela, Borghese aveva compiuto studi classici, e oltre alla chitarra aveva approfondito la composizione con Carlo Prosperi e Paolo Fragapane, e la direzione d’orchestra con Mario Salerno e Franco Ferrara, frequentando alla fine degli anni ’70 i corsi dell’Accademia Chigiana.
È stato però soprattutto alla chitarra, come interprete, compositore e didatta, che Alfonso Borghese ha dedicato la sua vita di musicista appassionato, curioso e colto. Protagonista di un’intensa attività concertistica come solista, nel 1969 aveva fondato il Trio Chitarristico Italiano -con Roberto Frosali e Vincenzo Saldarelli- originale complesso cameristico che ha tenuto concerti in tutto il mondo ed effettuato numerose registrazioni.
L’ampia attività didattica, nei conservatori di Pesaro, Bologna e poi Firenze, si era infine radicata a Fiesole, dove Borghese teneva un affollato corso di perfezionamento, nel quale si sono formati numerosi musicisti oggi in attività. Da qualche anno anche i più giovani potevano approfittare della sua grande esperienza, grazie all’estensione della sua generosa disponibilità ai corsi di base.
Come ascoltatore era attento e partecipe, così non era raro incontrarlo ai concerti, e sempre interessante raccogliere le sue impressioni, espresse con l’abituale schiettezza e l’immancabile sorriso.
La sua improvvisa scomparsa lascia un vuoto grande, perché oltre a partecipare -fino a ieri- con intatto entusiasmo all’attività didattica ed alla vita della Scuola, Alfonso Borghese è tra coloro che hanno maggiormente contribuito a delinearne la fisionomia, unendo alla passione ed alla competenza un grande affetto per l’istituzione, totalmente ricambiato.

Ricordo di Riccardo Antonino Luciani

Fiesole, 30 gennaio 2020

La presenza discreta di un gentiluomo d’altri tempi e la perseveranza di una passione forte, condivisa con grazia pacata e grande rispetto: alla fine di questo secondo decennio del 2000 se ne va Riccardo Antonino Luciani, dopo aver attraversato i suoi ottantanove anni sempre in compagnia della musica. A dodici anni era entrato a far parte del coro di voci bianche della Chiesa di San Francesco in piazza Savonarola sotto la guida di Clemente Terni, che lo introdusse al canto e al solfeggio. Studiò poi con Rosario Scalero ed infine giunse al diploma, ventunenne, con Vito Frazzi al Conservatorio Cherubini; fu anche ammesso - eccezionalmente - ai corsi di perfezionamento che il maestro teneva all’Accademia Chigiana.
Luciani è stato protagonista di un’attività intensa e multiforme: dalla composizione alla direzione d’orchestra, dalla lunga collaborazione con la RAI all’affettuosa amicizia con Piero Farulli, che portò il musicista alla Scuola, affidandogli un compito importantissimo: gli Incontri di Introduzione al linguaggio musicale, ovvero un’attività divulgativa tesa a conquistare alla musica i non addetti ai lavori, che svolse anche alla Scuola Normale di Pisa e ad Aosta Classica, durante le residenze estive dell’Orchestra Giovanile Italiana.

In occasione del decennale della Scuola (1984) Luciani compose l’opera Talgor, su libretto di Giuliano Toraldo di Francia. Ne furono interpreti solisti, orchestra e coro della Scuola, sotto la direzione di Mauro Ceccanti (maestro del coro Joan Yakkey), la regia di Sylvano Bussotti e le scene ed i costumi di Fernando Farulli, in coproduzione con il Teatro alla Scala, il Teatro Comunale di Firenze e l’Ente Teatro Romano di Fiesole.

La musica di Luciani nasce talvolta per esecutori ben precisi: i Monologhi per viola (1990) sono dedicati ad Antonello Farulli, il Concerto di Anacrò (1988) per flauti dolci, orchestra d’archi, pianoforte e percussioni è per David Bellugi.
Negli anni ’90 è attivo anche su invito dell’Orchestra della Toscana, con lavori quali Le tombeau perdu (1990) e Cantus memoriae (1994) su lettere dei condannati a morte della seconda guerra mondiale.
L’attività compositiva prosegue di pari passo con l’impegno alla divulgazione musicale, esercitata con continuità ed interesse sempre vivo: le lezioni fiesolane di Luciani sono seguite da un folto gruppo di appassionati, desiderosi di avvicinare i capolavori musicali attraverso la sua narrazione, sempre accompagnata da una ricca esemplificazione.
Negli ultimi anni le lezioni si svolgevano nella centralissima sede del Lyceum Club di Firenze, in collaborazione con la Sezione Musica del club, con cicli monografici su vari autori, fino all’ultimo dedicato a Richard Strauss nel 2018.
Con la morte di Riccardo Antonino Luciani la Scuola dà l’addio ad uno dei suoi collaboratori più fedeli e stimati, che ha messo le sue raffinate competenze a disposizione di tutti, svelando facendo con semplicità e chiarezza agli ascoltatori i segreti dei grandi monumenti musicali.

Etudes tableaux… lavori in corso

Dopo aver vinto il bando relativo alle Residenze artistiche –uno dei quattro proposti dal programma Per Chi Crea, sostenuto dal MiBACT e da SIAE- il progetto Etudes tableaux sta seguendo l’iter preparatorio che porterà alla Casa della Musica di Arezzo, dal 29 giugno al 12 luglio 2020, due gruppi di giovani, selezionati musicisti: per loro si stanno programmando laboratori di musica d’insieme, body percussion, arte scenica, improvvisazione musicale e teatrale aventi l’obiettivo di realizzare un vero e proprio Quadro Vivente, all’interno dello spettacolo conclusivo che avrà luogo il 12 luglio.

La Giornata Europea della Viola da gamba

La Giornata Europea della Viola da gamba 2020 (2-3 maggio) è un appuntamento davvero speciale: la sesta edizione dell’iniziativa –nata nel 2011 e insignita della medaglia della Presidenza della Repubblica– si svolge nel periodo in cui la Scuola è impegnata nel ruolo di capofila del Progetto Violanet, che l’ha posta al centro di una fruttuosa rete di contatti e scambi tra docenti e studenti delle massime istituzioni europee.

CoroInsieme a Riotorto

Il progetto CoroInsieme, che da tempo coinvolge i bambini delle scuole primarie del comprensorio fiesolano, getta l’ancora più a sud, portando la musica anche nel primo circolo didattico di Piombino, e precisamente a Riotorto, al confine tra la provincia di Livorno e quella di Grosseto.

In ricordo di Alfonso Fedi

Pochi giorni fa è venuto a mancare Alfonso Fedi, concertista e didatta di grande spessore, che ha dedicato alla musica antica tutta la sua vita artistica, a partire dai severi studi di organo e clavicembalo presso il Conservatorio di Firenze e poi ad Amsterdam, con Gustav Leonhardt.

Due strumenti in dono alla Scuola

La Scuola è particolarmente cara a coloro che la vivono da vicino, attraverso un’esperienza diretta magari legata al percorso formativo dei figli: forse per questo accade talvolta che le famiglie compiano un gesto generoso, del quale è importante sottolineare il valore.

In concorso per l’Accademia Verdiana

L’Accademia Verdiana seleziona tra il 20 ed il 22 gennaio i dodici partecipanti ai corsi gratuiti di “Alto perfezionamento in repertorio verdiano”, con lezioni individuali, di gruppo e masterclass dedicate a tutti gli aspetti che attengono all’interpretazione e alla gestione del profilo professionale di un cantante d’opera.