L’Orchestra Giovanile Italiana, ideata da Piero Farulli all’interno della Scuola di Musica di Fiesole, in 36 anni di attività formativa ha contributo in maniera determinante alla vita musicale del Paese con oltre mille musicisti occupati stabilmente nelle orchestre sinfoniche italiane e straniere. Tenuta a battesimo da Riccardo Muti, l’Orchestra è stata invitata in alcuni fra i più prestigiosi luoghi della musica, tra cui Montpellier, Edimburgo, Berlino, Lubiana, Madrid, Francoforte, Praga, Budapest, Turku, Buenos Aires. Nell’aprile del 2010 ha eseguito il concerto in onore del quinto anniversario del pontificato di Sua Santità Benedetto XVI, offerto dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano. Nel marzo 2014 l’Orchestra è stata protagonista a Salisburgo della messa in scena dell’ultima opera mozartiana, La clemenza di Tito, con la partecipazione del cast vocale del Mozarteum di Salisburgo.
Annualmente impegnata nel corso di direzione d’orchestra tenuto da Daniele Gatti presso l’Accademia Chigiana di Siena, l’OGI ha potuto recentemente beneficiare di numerosi incontri con il celebre direttore, che ha tenuto presso la Scuola di Musica di Fiesole alcune lezioni d’orchestra ed ha accolto l’invito a dirigere la Giovanile nel Concerto di Capodanno 2019 presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.
Il 1° giugno 2019 l’Orchestra Giovanile Italiana, diretta da Marco Angius, è stata protagonista del concerto al Quirinale per la Festa della Repubblica su invito del Presidente Sergio Mattarella.
L’OGI è invitata con regolarità da numerose istituzioni concertistiche, tra cui gli Amici della Musica di Firenze, l’Alto Adige Festival ed il Festival dei Due Mondi di Spoleto, dove ha preso parte più volte all’inaugurazione partecipando all’allestimento in prima assoluta di tre lavori della compositrice Silvia Colasanti.
L’Orchestra Giovanile Italiana è stata diretta fra gli altri da C. Abbado, R. Abbado, S. Accardo, Y. Ahronovitch, P. Bellugi, L. Berio, K. Blacher, A. Boreyko, G. Ferro, D. Gatti, C.M. Giulini, E. Inbal, Z. Mehta, R. Muti, G. Noseda, K. Penderecki, G. Sinopoli, J. Tate. Ha inciso per Nuova Era, Aulos, Fonit Cetra, Stradivarius; ha registrato per la RAI, Radio France e l’Unione Europea delle Radio. Preparatori dell’orchestra sono stati Angelo Faja, Nicola Paszkowski, Giampaolo Pretto e Daniele Giorgi.
All’OGI hanno dedicato loro opere compositori come Sylvano Bussotti, Giorgio Battistelli e Silvia Colasanti.
Nel 2004 l’Orchestra è stata insignita del “Premio Abbiati” dell’Associazione Nazionale Critici Musicali quale miglior iniziativa musicale, che dal 1984 ha formato migliaia di professionisti, costituendo un punto di riferimento unico per la formazione del giovane musicista e una delle espressioni più felici del ruolo didattico, insostituibile da 30 anni, della Scuola di Musica di Fiesole. Nel settembre 2008 le è stato conferito il prestigioso Praemium Imperiale - Grant for Young Artists dalla Japan Art Association. La sostengono il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, oltre alla Regione Toscana e alla Fondazione CR Firenze.
La direzione artistica dell’OGI è attualmente affidata ad Alexander Lonquich.